Paola Cinti

Le 10 tappe più importanti nella storia di LinkedIn

Approfondiamo la conoscenza di LinkedIn

Gli ultimi dati pubblicati da socialinsider ci mostrano interessanti novità sull’uso che gli utenti stanno facendo dei social: TikTok -8%, Instagram -24%, Facebook -80% e Linkedin in netta controtendenza con un aumento del 76%.

Oggi LinkedIn conta centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo e offre un'ampia gamma di servizi e opportunità per professionisti, aziende e reclutatori. La piattaforma è diventata uno strumento prezioso per il networking professionale, lo sviluppo della carriera e il reclutamento in molti settori commerciali e industriali.
Per questo motivo ho deciso di tornare indietro nel tempo per recuperare quali sono state le tappe più importanti nella storia evolutiva di LinkedIn. Seguitemi...

2002-2003 FONDAZIONE E LANCIO DI LINKEDIN
La piattaforma LinkedIn viene fondata nel 2002 da Reid Hoffman e da un team di co-fondatori tra cui Allen Blue, Konstantin Guericke, Eric Ly e Jean-Luc Vaillant. La data ufficiale del lancio invece risale al 5 maggio 2003, 9 mesi prima del lancio di Facebook (4 febbraio 2004), con sede nella Silicon Valley, dove nei primi anni 2000 l'ecosistema delle start-up era fiorente. Nonostante una partenza un po' lenta, nei primi anni riceve un finanziamento dalla Sequoia Capital dedicato alle Start-Up. Oltre a questo finanziamente LinkedIn si affida alla pubblicità diretta e al passaparola per acquisire utenti, ma un elemento chiave della strategia di crescita è stato l'utilizzo di connessioni di primo, secondo e terzo grado per incoraggiare gli utenti a connettersi con i propri conoscenti ed espandere gradualmente la propria rete.

2004-2006 CRESCITA RAPIDA E AGGIUNTA DI FUNZIONALITÀ
Tra il 2004 e il 2006, LinkedIn ha attraversato una fase di crescita ed evoluzione significativa della piattaforma, ampliando una serie di funzionalità.
Nel 2004, LinkedIn raggiunge il milione di utenti grazie ad una serie di campagne marketing. Nello stesso anno introduce la sezione Raccomandazioni nel profilo personale e anche i Gruppi che consentono, ai professionisti con interessi simili, di interagire in spazi specifici.
Nel 2005, LinkedIn introduce la possibilità di pubblicare annunci di lavoro e contestualmente anche di cercarne. Vara inoltre il Programma Premium che offre vantaggi speciali per gli utenti attraverso l’accesso a speciali funzionalità.
Nel 2006, LinkedIn introduce Answers, una sezione in cui gli utenti possono richiedere e ricevere risposte da professionisti specifici, consentendo loro di condividere e ampliare le proprie conoscenze.

2007-2009 ESPANSIONE INTERNAZIONALE
Tra il 2007 e il 2009, LinkedIn intraprende un'importante espansione globale, aprendo uffici in Asia e lanciando la piattaforma in diversi paesi europei tra cui Spagna, Francia, Germania e Italia.
Nel 2007, la piattaforma supera i 10 milioni di utenti, dimostrando il crescente interesse verso una piattaforma di networking professionale.
Nel 2008, LinkedIn aggiunge alcune funzioni ai profili personali per renderli più flessibili e personalizzabili. Inoltre introduce nuove funzionalità per aziende e recruiter, che hanno reso più efficienti le operazioni di ricerca e pubblicazione di offerte di lavoro. Nel corso dell'anno è lancia LinkedIn for Good, progettato per fini sociali, che suscita un vivo interesse nelle ONG (Organizzazioni Non Governative).
Nel 2009 lancia LinkedIn Polls, che consente agli utenti di pubblicare sondaggi e raccogliere risposte. Viene inoltre introdotta un'integrazione con Twitter, che consente di collegare la piattaforma al social network.

2011 LINKEDIN FINALMENTE PARLA ITALIANO E SI QUOTA IN BORSA
Nel marzo 2011 LinkedIn lancia la sua versione in italiano, anche se la sua presenza in Italia risale al novembre 2007. All’epoca gli utenti italiani in possesso di un profilo erano già un milione.
Il 19 maggio 2011 è la data ufficiale dell’ingresso di LinkedIn in borsa, con un IPO (Initial Public Offering) del valore di oltre 1 miliardo di dollari. Nel giorno del suo ingresso in borsa il prezzo delle azioni ha raddoppiato il suo valore da 45 a 90 dollari, dimostrando che l’operazione aveva attirato l’attenzione degli investitori.

2012-2015 ACQUISIZIONI VARIE E LANCIO DELLA SHOWCASE PAGES
Il 3 maggio 2012 LinkedIn acquista SlideShare, una piattaforma per la realizzazione di presentazioni e documenti, ampliando le possibilità di condivisione dei contenuti sulla piattaforma.
L'11 aprile 2013 acquisisce Pulse, una piattaforma di news personalizzate. L’integrazione di Pulse in LinkedIn permetterà agli utenti di seguire le notizie e gli aggiornamenti relativi al loro settore di riferimento.
Tra la fine del 2013 e il 2014 LinkedIn introduce le Pagine Vetrina (Showcase Pages) che hanno permesso alle aziende di migliorare la qualità della loro presenza e quella dei loro prodotti.
LinkedIn ha acquisito Bright.com il 6 febbraio 2014. Si trattava di una piattaforma che utilizzava l'AI per potenziare le capacità di LinkedIn nel campo del reclutamento, abbinando in modo più puntuale candidati e recruiter.
L'acquisizione di Lynda.com avviene il 9 aprile 2015. Si tratta di una piattaforma di e-learning che ha permesso a LinkedIn di espandere la sua offerta nel campo della formazione e dello sviluppo professionale.

2016 ACQUISIZIONE DA PARTE DI MICROSOFT
Una delle notizie più significative del 2016 è stata l'annuncio dell'acquisizione di LinkedIn da parte di Microsoft, annunciata nell'estate di quell'anno e completata nel dicembre 2016. L'acquisizione, avvenuta per una cifra di oltre 26 miliardi di dollari, ha rappresentato una delle più grandi operazioni nel settore della tecnologia e ha segnato un importante passo avanti per entrambe le società, aprendo nuove opportunità di integrazione e sinergia tra le loro piattaforme e servizi. LinkedIn ha continuato a operare in modo indipendente, ma ha beneficiato delle risorse e dell'integrazione con Microsoft.

2017 LANCIO DI LINKEDIN LEARNING
Il lancio avviene a settembre del 2016, dopo l’acquisizione di Lynda.con, ma ha visto la sua completa diffusione e sviluppo nel 2017. LinkedIn Learning offre agli utenti una vasta gamma di corsi online su vari argomenti, tra cui sviluppo professionale, tecnologia, business, creatività e molto altro ancora. Questo servizio è stato progettato per aiutare gli utenti a sviluppare le loro competenze e avanzare nella loro carriera professionale attraverso l'apprendimento continuo.

2018-2020 AGGIORNAMENTI ALLA PIATTAFORMA
In questi due anni LinkedIn ha apportato miglioramenti significativi sia all'interfaccia utente e alla complessiva esperienza sulla piattaforma, attraverso un nuovo design e una navigazione più intuitiva. Ha inoltre introdotto nuove opzioni relative alla messaggistica e migliorato le funzioni di ricerca, oltre ad aver implementato le funzioni di condivisione dei contenuti.
In questo periodo inoltre si sono potute apprezzare le evoluzioni nelle funzionalità di LinkedIn Learning, delle pagine aziendali e ha investito nella promozione di diversità e inclusione attraverso iniziative come il reclutamento equo e inclusivo e il supporto nella promozione di eventi dedicati alla Diversity.

2021-2023 ESPANSIONE DELLE FUNZIONALITÀ PER I CONTENT CREATOR
Nel 2021 Linedin introduce la Creator Mode, una nuova modalità per la creazione di contenuti con lo scopo di incoraggiare gli utenti a pubblicare contenuti sempre più originali. Nello stesso anno inaugura le Newsletter che permettono ai creator di inviare contenuti esclusivi agli iscritti e introducendo la possibilità di effettuale video-call direttamente su LinkedIn ha facilitato le interazioni degli utenti senza dover utilizzare servizi esterni.
Nel 2022 LinkedIn introduce l'opzione che permette di pianificare i contenuti da pubblicare ed potenzia la sezione Analisi nelle pagine, introducendo la possibilità di confrontare le prestazioni dei propri contenuti con quelle di alcuni concorrenti. Sempre nel 2022 lancia LinkedIn Events che consente di condividere i propri contenuti attraverso la partecipazione ad eventi professionali online.
Nel 2023 nella scia del miglioramento delle funzionalità per i creatori di contenuti, LinkedIn implementa l’aggiunta automatica di sottotitoli per tutti i video ed interviene sul contrasto dei video, per favorire l’accessibilità a persone con disabilità visive. Nello stesso anno LinkedIn raggiunge il traguardo dei 20 anni e festeggia l’evento con i suoi 900 milioni di utenti, di cui circa 18 milioni in Italia, e una concentrazione dell'età media tra i 25 e i 34 anni.

2024 QUALI SONO LE NOVITÀ?
La novità più importante, implementata alla fine del 2023, ma disponibile in tutto il mondo da quest’anno è sicuramente la Verifica dell’Identità del profilo, ad oggi ancora gratuita. Una misura che, secondo le esperienze di alcuni utenti, migliora la visibilità anche del 60%.
Si tratta di una piccola spunta blu accanto al nome e la procedura per ottenerla è abbastanza semplice (al netto di alcuni possibili problemi tecnologici). Unico limite per ora in Italia è che la certificazione dell’identità avviene solo attraverso il passaporto digitale e un cellulare abilitato con tecnologia NFC.
Non è l’unica novità… ma l’anno non è ancora finito e dedicherò nei prossimi mesi uno o più articoli alle novità del 2024.

Queste le tappe chiave nello sviluppo di LinkedIn. La piattaforma prosegue nella propria evoluzione, rispondendo alle esigenze del mercato e degli utenti. In tutte le 10 fasi descritte in questo articolo è sempre costante l'attenzione al networking professionale e allo sviluppo delle competenze da parte di LinkedIn, quindi non ci resta che rimanere aggiornati e approfittare di ogni nuova implementazione.